L’Associazione Italiana Studio Osteosarcoma ha come compito principale l’aggregazione e la comunicazione fra i diversi settori della Medicina e fra questa e le altre figure professionali del Comparto Sanità, con l’obiettivo di operare in tutti i settori socio-sanitari per la tutela dei soggetti colpiti da osteosarcoma e dei loro familiari.

Leggi tutto

Sostieni AISOS

COME PUOI CONTRIBUIRE?
IBAN: IT 88 B 05034 03255 000000000378

Vai

Fabrizio Macchi

Fabrizio Macchi è un atleta e ciclista su strada. A 13 anni gli è stato diagnosticato un Osteosarcoma, ma il male e le difficoltà non lo hanno fermato!
Vai

La Rete dei Medici AISOS

La rete di medici AISOS è composta da professionisti ed esperti nella lotta all'osteosarcoma in tutta Italia: Bologna, Firenze, Messina, Milano e Roma.


Vai

Gallery

Facebook

3 giorni fa

Aisos

“Credo fortemente che i limiti di una persona non sono nel fisico, ma nella mente” .
Fabrizio Macchi attraverso la sua testimonianza di vita sostiene tutti i guerrieri che combattono l’Osteosarcoma.
Fabrizio aveva 13 anni quando ha avuto la diagnosi di Osteosarcoma.
Dopo 14 operazioni chirurgiche e molti cicli di chemioterapia, nel 1986 ha subito l’amputazione della gamba sinistra. Tutto ciò non gli ha impedito di dedicarsi allo sport che tanto amava. Oggi Fabrizio è uno dei massimi rappresentanti del ciclismo italiano. Nel corso della sua carriera ha conquistato 10 medaglie mondiali.
Grazie Fabrizio per condividere con noi la tua forza ❤️ Fabrizio Macchi
... Mostra di piùMostra di meno

Guarda su Facebook

5 giorni fa

Aisos

Il mio nome è Igor Boggio sono 32 anni anni che sono riuscito ad abbattere l'Osteosarcoma.... ... Mostra di piùMostra di meno

Guarda su Facebook

6 giorni fa

Aisos

Igor Boggio si racconta dopo 32 anni trascorsi dalla sua vittoria contro l’Osteosarcoma. Era il 1997 quando Igor iniziò ad avvertire dolore al ginocchio sinistro durante una partita di calcio.
<<... All’epoca - dice Igor - mi affidai ad un’associazione che si occupava di altri tipi di malattie ma io e la mia famiglia ricevemmo comunque sostegno. Fu dura però per me perché a quei tempi non si parlava molto di Osteosarcoma. Era una patologia ancora sconosciuta da molti. >>
A distanza di anni Igor scrive un libro in cui racconta la sua esperienza con la malattia e ringrazia la Dottoressa Francesca Terracciano per aver fondato l’AISOS il 7 ottobre 2004.
<< La dottoressa Francesca Terracciano ha coperto un vuoto che doveva essere assolutamente coperto e soprattuto lo ha fatto in modo impeccabile. Dalla nascita di AISOS ad oggi infatti hanno riscontrato molti risultati positivi. >>
Grazie Igor per le tue parole❤️ Uno dei nostri punti di forza è quello di lavorare a stretto contatto con Istituzioni pubbliche e private che mostrino interesse per la prevenzione e la diagnosi di questa forma di tumore osseo. Ad oggi l’Osteosarcoma non è più sconosciuto. Attraverso una diagnosi precoce oggi 4 bimbi su 5 guariscono. Ma per noi è sempre troppo.
Non ci fermeremo fin quando anche quel bimbo su 5 possa vincere la sua battaglia!
... Mostra di piùMostra di meno

Guarda su Facebook